08 dic 2011

Il Pizzicantò: le torri umane di Irsina

,
150 persone, almeno otto livelli o piani, a formare una torre umana. A Irsina, paese della parte bradanica della Basilicata, a pochi km da Matera si ripete a dicembre il festival delle torri umane.
Questa usanza è presente soprattutto nel sud italia, e prevalentemente duranta il 13 giugno, in onore di Sant’Antonio in cui la tradizione vuole che diverse squadre si sfidino nelle torri umane del
Pizzicantò Con ogni probabilità il pizzicantò si diffuse in queste regioni
durante la dominazione spagnola. In Spagna il gioco delle
“torri umane” è conosciuto dal XVII° secolo, ed è diffuso soprattutto nella regione della Catalogna. I
castellers spagnoli sono formati da molti piani, solitamente nove.
Da wikipedia riprendiamo la definizione:
Il Pizzic'Antò è una creazione culturale materializzatrice del dominio della verticalità e del sogno di superamento dei limiti delle antiche popolazioni dell'Italia del Sud.
Robusti giovani si tengono stretti con le braccia disponendosi in cerchio. Su di loro si arrampicano altri giovani fino a formare una "Torre" la cui altezza varia da luogo a luogo. Non appena raggiungono l'equilibrio, l'uno sulle spalle dell'altro, la "Torre" inizia a ruotare su sé stessa al ritmo di strofe che alludono al pericolo, sempre imminente, di un capovolgimento sociale: nel continuo ruotare coloro che sono di sopra devono reggersi stretti per non cadere, così come chi è di sotto deve reggere con forza chi è sovrastante.
Il 16 novembre 2010 l'UNESCO ha dichiarato queste rappresentazioni patrimonio immateriale dell'umanità.


Il sito dell’Associazione Giochi Antichi riferisce che Pizzicantò è diffuso anche nel napoletano, detto pizzichendò, e a Palermo con il nome di Vara.

Basilicata il rito delle le Torri era presente:
Melfi (Pz) durante la Tredicina di Sant'Antonio dove prendevano il nome di Scaricavascio;
Irsina (Mt) si chiamano Pzzc'Antò e vengono costruite ancora oggi in onore della Madonna della Pietà;
Ferrandina (Mt) si allestivano in onore di Sant'Antonio;
Brindisi Montagna (Pz) Mariandò e pizzicandò un antico canto-gioco che si realizzava fino ai primi del novecento nel giorno dell'Annunciazione (25 marzo).



Ad oggi è presente il gruppo fb @torri di uomini in basilicata e su Twitter i catalani de #jovedesitges

Guarda i 3 video:

1)Irsina (MT) Pizzicantò- salita e canto


2)Irsina (Matera) Festival internazionale delle torri, Processione Madonna della Pietà 



3)Castel Lagopesole (Potenza) Torri umane catalane e lucane





lettura consigliata:
Gabriele Di Stasio, Torri di uomini in Basilicata, Roma, Arduino Sacco Editore, 2007
Donato Allegretti, A Brindisi Montagna e altrove, Manduria, Edizioni Filocalia, 2009, pag. 47.

www.tracieloemandarini.blogspot.com Share

0 commenti to “Il Pizzicantò: le torri umane di Irsina”