08 mar 2012

Grifoni appaiono nei cieli lucani

,
Grifone raro nel Parco Appennino Lucano
Una piccola colonia riproduttiva del Grifone (Gyps fulvus) si è insediata spontaneamente Parco Nazionale dell'Appennino Lucano



L'evento, di rilievo nazionale con importanti risvolti scientifici e conservazionistici, è un straordinario evento.Il Grifone pur presentando una grande apertura alare tra i 2,4 - 2,8 m, con una lunghezza corporea di 95 – 105 cm e un peso di 4 – 6 kg.
Il suo è un aspetto fiero ma è del tutto innocuo.
Si tratta, infatti, di una specie necrofaga che si nutre di animali morti e che non svolge nessuna predazione attiva, anzi svolge un importante ruolo positivo nelle catene trofiche eliminando carcasse di animali già morti.
Il grifone si trova in Marocco, Algeria, Spagna , Sardegna, lungo
la costa adriatica orientale (soprattutto sulle isole croate di Cherso e Arbe) fin anche nelle regioni dell'entroterra nell'Europa meridionale. È diffuso in Grecia, Turchia, sulle coste orientali del Mar Mediterraneo fino all'Iraq e all'Iran
In Italia, la specie si è estinta ovunque tranne che in Sardegna e in alcune regioni tra cui: la Sicilia, dove è stato reintrodotto, in particolare all'interno del Parco dei Nebrodi; in Abruzzo, sul Monte Velino, dove sono stati reinseriti circa 80 esemplari e grazie alla riproduzione la popolazione è in aumento. La popolazione stanziale conta ad oggi (2010) circa 35 individui tra adulti e giovani, inanellati e non. (fonte wikipedia)

Il Parco presnta già numerose specie di grande importanza nazionale: Cicogna nera (Ciconia nigra) simbolo del Parco, Capovaccaio (Neophron percnopterus), Gufo reale (Bubo bubo), Nibbio reale (Milvus milvus), Lanario (Falco biarmicus), Lontra (Lutra lutra), Lupo (Canis lupus).

Il video si riferisce a degli esemplari della stessa famiglia ripresi in Sardegna

Fonte: Parco appennino lucano Share

0 commenti to “Grifoni appaiono nei cieli lucani”